Io Viaggio Lucano. Intervista a Rocco Franciosa

In Basilicata abbiamo un enorme patrimonio paesaggistico e un turismo che può ritornare a fiorire. Uno dei progetti di comunicazione più interessanti del momento è Io Viaggio Lucano, il blog dell’Unione delle Pro-loco Italiane. Ho intervistato il Presidente Rocco Franciosa per saperne di più.

Come nasce “Io viaggio lucano” e qual è l’intenzione dietro un progetto di comunicazione così ambizioso?

Il blog nasce da una esigenza: raccontare la Basilicata attraverso gli occhi di chi fa grande questa terra mettendo a disposizione tempo competenze e idee: i volontari delle Pro Loco.

L’idea del blog giunge in tempo di quarantena, ormai un anno fa, riflettendo sulle gravi conseguenze che il lockdown dovuto al Coronavirus ha avuto sul turismo.
Il riscatto del cosiddetto “turismo di prossimità” è sicuramente una risposta a questo tempo convulso, e “Io Viaggio Lucano” nasce per invogliare i lucani a essere turisti della propria regione e attirare chi non ha mai visitato la Basilicata o non lo ha fatto abbastanza.

Il gruppo dei ragazzi che collabora attivamente su questo progetto ha frequentato il Master in Editoria e Comunicazione promosso da Innform, Universosud e Lavieri. Quali sono le competenze che lei ha potuto apprezzare in questo team di giovani provenienti da ogni parte della Basilicata?

Il team si compone di cinque giovani professionisti e volontari lucani, uniti dalla passione per la propria terra e per la comunicazione, in ogni sua forma, grafica o scritta: Antonella D’Andria, Piervito Aresta, Sara D’Agrosa, Mariapina Potenza e Grazia Valeria Ruggiero. Tutti hanno frequentato l’ultima edizione del Master in Editoria e Comunicazione promosso da Innform, Universosud e Lavieri, grazie al quale hanno avuto la fortuna di conoscersi, di trovarsi come amici e colleghi e di approfondire la propria competenza nel vasto ambito della comunicazione.


Le iscrizioni alla terza edizione del Master in Editoria e Comunicazione sono aperte. Clicca qui per saperne di più


“Io viaggio lucano” ha avuto un pit-stop dovuto al momento storico particolare che stiamo vivendo, in cui il settore turistico è sicuramente il più penalizzato. Adesso si riparte, quali sono le novità del blog, se ce ne sono, e soprattutto come si prevede l’andamento del settore in Basilicata?

Io viaggio lucano è ripartito dopo alcuni mesi, era inutile infatti invogliare al turismo di prossimità quando era proibito farlo. Come Pro Loco rappresentiamo un mondo ben strutturato che invita al rispetto delle leggi e della situazione attuale. Maggio è un po’ un mese di rinascita, da un anno a questa parte, l’estate porta con sé sempre la voglia di partire e condividere nuove emozioni. Il blog è ripartito davvero alla grande, con un nuovo contenuto ogni settimana e centinaia di visualizzazioni. Gli articoli di Acerenza, Aliano e Craco sono tra i più cliccati, le interazioni sui social dimostrano ancora di più che c’era molta aspettativa e che ormai abbiamo un seguito affezionato di lettori. Tornerà a breve la rubrica EnogAstronomica e quella dedicata all’Arte Lucana, siamo già in fermento per le prossime uscite.

La formazione, so che sarà d’accordo con me, è l’unico vero modo per ripartire e creare opportunità di alto livello. Mi può dare il suo punto di vista su questo? Quali attività l’Unpli mette in piedi per sostenere e formare i giovani lucani, per permettere loro di restare nella propria terra?

Il Comitato Unpli Basilicata lancia sempre iniziative concrete volte alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale della nostra Regione, la formazione è sicuramente un cardine del nostro percorso. Ogni anno con il Servizio Civile Universale abbiamo la fortuna di conoscere e formare centinaia di giovani che decidono di investire il proprio tempo e le proprie speranze in questa terra, le nostre giornate di formazione vengono realizzate grazie a un team di professionisti e affrontano argomenti vari e concreti.

Il nostro sodalizio con la Pmi Informatica con la creazione di Lucanum, Le carte da gioco Lucanum, Caggiulino e gli stickers Lucanum, la collaborazione con Nonne Chef nell’ambito del progetto Le Ricette della Tradizione che ci vede protagonisti su La Gazzetta del Mezzogiorno ogni settimana lo dimostra: bisogna fare formazione e cultura con tutti i mezzi che la tecnologia ci offre. L’estate vedrà anche la presentazione della pubblicazione “Basilicata: Pro Loco, volontari tra identità e cultura (1986 – 2021 35 anni di storia del Comitato Pro Loco Unpli Basilicata)” dedicata alla memoria degli amici Antonio D’Elicio e Bruno Mario Albano, Presidenti del Comitato per lungo tempo e in segno di riconoscenza per tutti i dirigenti volontari per l’impegno, l’amore e la dedizione mostrati per far crescere la grande famiglia delle Pro Loco Lucane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close